La terra falisca è quell'area a nord di Roma compresa nell'asse nord-sud lungo la valle del Fiume Tevere fra Capena e Orte. Il Tevere le fa da confine con la Sabina a est, i Monti Cimini a ovest  la separano dal mondo etrusco.

Ovunque si vada, nella terra falisca, sempre si vede la" Montagna Sacra". Le immagini scelte per rappresentare questo sito hanno tutte come soggetto il Monte Soratte, visto da varie angolazioni.
Montagna sacra per eccellenza, il Soratte lo troveremo sempre presente nella copertina; la sua immagine cambierà con il passare delle stagioni.
Amica Tuscia  è  nata con l'idea di  mettere in rete un sito che mostri e racconti tutto ciò che esiste nell'area geografica  falisca. Fin qui non avrei fatto nulla di nuovo, molti sono i siti che propongono storia, arte, cultura, turismo ed eventi, la novità di Amica Tuscia sta nel fatto che tutto questo sarà raccontato in prima persona da studiosi e ricercatori o semplici abitanti dei luoghi attraverso servizi filmati.
Con i video mostrerò e spiegherò i luoghi e la loro storia, le opere d'arte presenti , l'architettura e i paesaggi.  Racconterò le storie delle persone, le vicende incredibili di tempi passati narrate dai personaggi che le hanno vissute o da eredi, custodi di memorie familiari. Avremo modo così di  apprezzare e conoscere i vari dialetti. Presenterò gli artisti dei luoghi che parleranno della loro esperienza artistica mostrandoci le loro opere. Metterò in vetrina le industrie che operano sul territorio e la loro produzione. Parlerò di agricoltura, dei suoi problemi e delle proposte messe in campo da progetti come i "Bio distretti" e  "Agricoltura consapevole". Vi mostrerò le aziende con particolare attenzione a produzioni biologiche certificate.
Seguendo i ragazzi della Condotta di Corchiano e via Amerina di Slow Food parlerò anche di cucina  tradizionale e innovativa ; di riscoperta di prodotti alimentari scomparsi o sulla via dell'oblio . La sezione dedicata al turismo mostrerà il meglio dell'offerta turistica come: alloggi, percorsi, visite guidate, sagre e feste patronali.
Come vedete le idee ci sono, ora bisogna far partire i lavori e per far questo ho pensato di seguire la linea naturale che mi ha portato a fondare questo progetto. Inizierò da quei comuni che hanno aderito al progetto dei BIODISTRETTI  e da  Civita Castellana la città più grande del territorio un tempo " Capitale" del mondo falisco.
Amica Tuscia dovrà essere un grande contenitore a disposizione di tutti, con la speranza che possa diventare nel tempo anche un grande archivio antropologico e socio- culturale.
Ambizioso come progetto? Si, sicuramente. Ma ci credo.
Diverse sono le persone che come me interverranno alla costruzione del progetto,  in una particolare sezione del portale troverete le loro presentazioni.
Grazie dell'attenzione
Vincenzo Bonanni